Continente galleggiante gigante – Pierpaolo Lazzarini ha presentato un nuovo concetto innovativo di terayacht monumentale. Il Pangeos è una città galleggiante itinerante che comprende vari hotel, centri commerciali, parchi, porti marittimi e aerei e altre strutture necessarie per accogliere fino a 60.000 ospiti in mezzo al mare.

Il concetto di terayacht prende il nome da Pangea, un supercontinente che esisteva milioni di anni fa durante il tardo Paleozoico e l’inizio del Mesozoico. Traducendo questo in un’espressione in qualche modo futuristica, Pangeos è lungo 550 metri e raggiunge una larghezza di 610 metri nel suo punto più largo: le ali.

Il gigantesco scafo del Pangeos, con un pescaggio di 30 metri, è composto da nove diverse sezioni di prua ed è suddiviso in più blocchi. Si parte dall’ingresso dell’area portuale fino alla piazza principale, che si estende fino ad un’ampia villa a schiera, per poi immettersi in abitazioni private, palazzi e terrazze sul tetto con una zona “a conchiglia” superiore che offre l’atterraggio di vari velivoli.

Nello spazio inferiore, il team di progettazione colloca 30.000 celle raggruppate e propone una soluzione di seminterrato galleggiante inaffondabile, che dovrebbe essere costruita principalmente in acciaio. Pangeos integra anche un’infrastruttura immaginaria di Terashipyard larga 650 metri e lunga 600 metri, che fornisce un accesso diretto al mare.

Partendo dall’ingresso dell’area portuale si giunge alla piazza principale, che si estende in un’ampia fila di vere e proprie ville a schiera, appartamenti, uffici e terrazze, con una zona superiore predisposta per l’atterraggio di vari velivoli.

Terayacht Pangeos è spinto da 9 motori elettrici HTS da 16.800 cavalli e potrà navigare a una velocità di 5 nodi, alimentato da varie fonti.

Durante la navigazione, le grandi ali saranno alimentate dalla resistenza delle onde e Pangeos si muoverà senza emissioni attraverso i mari. Inoltre, sul tetto sono presenti pannelli solari che forniscono parte dell’energia pulita necessaria per alimentare il terayacht.

Il genio dello Yacht, Pierpaolo Lazzarini, si augura che il progetto Pangeos diventi presto qualcosa di più di una semplice animazione al computer. Per costruire un terayacht, la struttura più grande mai creata sul pianeta, saranno necessari circa 8 miliardi di dollari e il lasso di tempo è di circa otto anni.

Terayacht Virtual Spaces può anche essere acquistato come parte della NFT Collection e gli utenti potranno raccogliere determinati contenuti e accedere a proprietà virtuali con le proprie credenziali. Gli stessi poteri funzioneranno anche come pegno di proprietà nel caso di costruzione reale.