Gli scettici hanno sostenuto che i veicoli elettrici non funzioneranno mai bene come i loro omologhi a benzina. Ma oggi molti nuovi progetti dimostrano il contrario. Potrebbe non essere ancora pronto a battere i record delle barche da regata più veloci del mondo, ma l’E1 RaceBird vola letteralmente nell’acqua a velocità impressionanti. Gli ingegneri hanno testato con successo il RaceBird nel nord Italia, un aliscafo completamente elettrico che presto gareggerà nella serie E1World Electric Powerboat (una serie di campionati progettata specificamente per le barche elettriche), è ora in pista per competere nel campionato mondiale E1 nella primavera del 2023.

Le caratteristiche

RaceBird è in grado di attraversare luoghi stretti e manovrare bene in acque poco profonde, la barca raggiunge velocità di circa 50 nodi (o 93 chilometri orari).

Simile a un uccello gigante con un becco appuntito e “ali” verdi, RaceBird ha preso forma per la prima volta quando il co-fondatore e CEO di E1 Rodi Basso era in visita nella sua casa estiva in Svezia. Ha notato degli uccelli che sfioravano la superficie dell’acqua e ha immaginato come questa forma potesse evolversi in una barca futuristica ed ecologica con capacità competitive.

Ingegnere di Formula 1 precedentemente con McLaren, Ferrari e NASA, Basso ha co-fondato il campionato di barche da corsa completamente elettriche E1 con l’imprenditore Alejandro Agag con l’obiettivo di portare gli sport elettrici nei fiumi e negli oceani di tutto il mondo.

Barche elettriche performanti

Il duo ha collaborato con la designer norvegese Sophie Horn, l’architetto navale e ingegnere navale Brunello Acompara, SeaBird Technologies e Victory Marine per progettare, produrre e costruire il RaceBird come nave da regata ufficiale per il campionato E1.

Il RaceBird è dotato di un motore fuoribordo completamente elettrico costruito dagli esperti di propulsione marina di Mercury Racing e di un abitacolo che ricorda un’auto da corsa monoposto con volante e pedali.

RaceBird è alimentato da una batteria Kreisel Electric e utilizza tecnologie di raffreddamento ad immersione per mantenere le massime prestazioni durante gli spostamenti. Gli aliscafi mantengono lo scafo del RaceBird sopra l’acqua, riducendo la resistenza e migliorando l’efficienza energetica.

“Ora siamo un passo più vicini a trasformare in realtà le regate di barche elettriche”, afferma Agag. , questo è un grande passo avanti nel percorso E1. Avere RaceBird fly mi dimostra che possiamo utilizzare questa nuova entusiasmante piattaforma sportiva per portare innovazione tecnologica nel settore marittimo e creare qualcosa di spettacolare per i fan”.