Non tutti i tetti sono adatti per l’installazione di pannelli solari: fattori come l’ombreggiatura, ostacoli di vario genere, l’età degli edifici e lo spazio ridotto a disposizione spesso costringono i proprietari a cercare altri luoghi per l’installazione di impianti solari.

Quando si tratta di progetti solari su larga scala, le alternative più comuni al solare sui tetti sono le installazioni a terra o le tettoie solari. Ma c’è un’altra nuova alternativa che sta facendo colpo nell’industria solare: le centrali solari galleggianti.

L’idea di posizionare pannelli solari su piattaforme di plastica che possono andare alla deriva in superficie sembra promettente: dopotutto, la maggior parte del pianeta è ricoperta d’acqua.

Le centrali fotovoltaiche galleggianti esistono da più di un decennio, ma recentemente hanno attirato particolare attenzione.

Cos’è una centrale solare galleggiante?

Un impianto solare galleggiante, noto anche come FPV, è qualsiasi impianto solare che si trova su strutture che galleggiano sulla superficie dell’acqua. I pannelli solari devono essere fissati a una struttura galleggiante che li mantenga al di sopra della superficie. Se mai vedrai un’installazione solare galleggiante, molto probabilmente sarà in un lago perché l’acqua è generalmente più calma del mare o dell’oceano. Sono diffuse anche le stazioni solari galleggianti su grandi bacini artificiali.

Ad esempio, il più grande parco solare degli Stati Uniti si trova in California su uno stagno di acque reflue e ha una capacità di quasi 5 MW.

Gli impianti solari galleggianti sono un concetto relativamente nuovo. I primi brevetti per questo tipo di tecnologia sono stati depositati nel 2008. Da allora, le centrali solari galleggianti sono state installate per la prima volta in paesi come Cina, Giappone e Stati Uniti.

Si prevede che l’industria del solare galleggiante crescerà rapidamente nel prossimo decennio.

Vantaggi delle centrali solari galleggianti

Ci sono diversi vantaggi per le installazioni solari di superficie dell’acqua rispetto ai tipi di progetti più tradizionali.

  • Nessuna perdita di terreno utilizzabile. Uno dei maggiori vantaggi delle installazioni solari galleggianti è che le installazioni non richiedono costosi spazi terrestri. Molte di queste installazioni possono occupare spazio inutilizzato su corpi idrici, come serbatoi accanto a centrali idroelettriche, impianti di trattamento delle acque o serbatoi per acqua potabile. Ciò consente ai proprietari di utilizzare aree che altrimenti non verrebbero utilizzate, invece di installare impianti solari su terreni che potrebbero potenzialmente servire ad altri scopi. Inoltre, l’installazione di pannelli solari sulla superficie dell’acqua riduce la necessità di rimozione degli alberi e disboscamento, come nel caso di alcuni progetti solari più grandi.
  • Rendimento dei pannelli solari. I pannelli solari sono durevoli e possono funzionare a temperature piuttosto elevate. Ma, come con altri dispositivi elettronici, le uscite di potenza diminuiscono a temperature più elevate. Le prestazioni dei pannelli solari diminuiscono con l’aumentare della temperatura, il che può rappresentare un problema per i proprietari di immobili che desiderano installare pannelli in climi caldi e soleggiati. La superficie dell’acqua su cui sono posizionati i pannelli solari galleggianti aiuta a raffreddare le apparecchiature dell’impianto solare, il che significa che i pannelli possono produrre elettricità con un’efficienza maggiore.
  • Benefici ambientali. I pannelli solari galleggianti svolgono sicuramente un ruolo positivo nella creazione di un ambiente più sano. Grazie agli impianti solari galleggianti, non solo l’acqua ha un effetto di raffreddamento sulle apparecchiature solari, ma funziona anche viceversa. Una centrale solare galleggiante crea ombreggiature sulla superficie dell’acqua, riducendo l’evaporazione da questi corpi idrici, bacini e laghi. Ciò è particolarmente utile nelle zone soggette a siccità.
  • L’ombra fornita dai pannelli solari galleggianti aiuta anche a ridurre la proliferazione algale nei corpi idrici d’acqua dolce. Tutti sanno che le fioriture algali possono essere pericolose per la salute umana se si verificano in una fonte di acqua potabile e possono anche portare alla morte di piante e animali che vivono nell’acqua.

Numeri

C’è un aumento progressivo delle installazioni solari galleggianti in tutto il mondo e si prevede che il volume di progetti di questo tipo aumenterà ancora di più nel tempo.

Di seguito sono riportate alcune installazioni solari galleggianti degne di nota:

L’installazione più grande del mondo in provincia di Anhui, Cina, che ha la potenza di 40 MW.

Questa centrale solare galleggiante è la più grande del mondo e produce elettricità sufficiente per alimentare 15.000 case in Cina. La composizione comprende 166.000 pannelli.

Il primo sistema solare galleggiante pubblico d’America a Contea di Kelseyville, California, USA con la potenza: 252 kW. Ciel & Terre ha installato il primo impianto solare galleggiante pubblico negli Stati Uniti. Composto da 720 pannelli solari, questo impianto galleggia su uno stagno artificiale di acque reflue. Il distretto speciale della contea di Lake ha finanziato questo sistema tramite un contratto di locazione municipale.

Kyocera, uno dei produttori di pannelli solari più famosi al mondo, ha sviluppato quella che attualmente è la più grande centrale solare galleggiante del Giappone a Prefettura di Chiba. Il sistema ha la potenza di 13,7 MW e si estende su 44 acri e genera energia per la Tokyo Electric Power Company (TEPCO).

L’energia solare galleggiante è ancora un’idea relativamente nuova, ma sembra avere un grande potenziale in aree dove non c’è abbastanza terra o solo molta acqua. Più pannelli solari installiamo sulla terraferma, sui tetti o persino nei mari, meno dipenderemo dai combustibili fossili.